L’associazione dei consumatori “Aiace” amplia la propria rete con un’altra sede a Messina.

 

Nella capillarità della presenza di Aiace sul territorio nazionale si aggiunge anche un punto di riferimento su Messina.

Responsabile della sede – sita in Viale Regina Margherita n. 7/d – sarà la dott.ssa Maria Cammaroto.

Aiace seguendo il suo principio generale legato al “fare, non parlare” e con la sua presenza capillare sul territorio nazionale, si candida ad affiancare i cittadini e le famiglie che avvertano come leso il proprio diritto di “consumatori”, nel fornire dalle semplici informazioni ad assistenze tecniche ad ampio raggio. Avvalendosi dell’impegno di professionisti quali avvocati, consulenti contabili e fiscali, esperti in materie tributarie e bancarie, ecc., Aiace offre “scudo e lancia” al consumatore per negoziare con le parti lesive dei diritti. Sul terreno di scontro spesso si trovano ad esempio aziende che utilizzano maldestramente o dolosamente pratiche pubblicitarie, aziende che praticano vere e proprie truffe, istituti di credito o finanziarie che praticano tassi ai limiti dell’usura… Per queste e molte altre tematiche Aiace promuove campagne di “autodeterminazione” del consumatore per la salvaguardia dei propri diritti; fornisce consulenze sulle potenziali azioni da intraprendere; incoraggia eventuali azioni collettive laddove la lesione dei diritto coinvolge più cittadini o più categorie. Nell’ambito delle attività volte nell’ampio settore della “tutela del consumatore”, la Regione Siciliana con il suo Servizio 6 – ”Coordinamento Intersettoriale Attività Economiche e Produttive – Tutela Consumatori” dà spazio alle associazioni, “censendole” e riconoscendone di nuove. Tra queste, appunto, Aiace, (Associazione Italiana Assistenza Consumatori Europei), con decreto presidenziale n. 339 del 29/6/2018, pubblicato sulla G.U. Regione Sicilia, ha, dunque ottenuto il placet quale “Associazione dei Consumatori Riconosciute” ai Sensi della L.R. 7/94.

E tra le prime attività che contribuiranno al “taglio del nastro” su Messina, con l’avvio di una campagna di promozione delle attività di Aiace, c’è’ in programma un interessante convegno sul tema del sovraindebitamento. Nello specifico Aiace sostiene l’applicazione della procedura di esdebitazione; un iter procedurale rimasto…diciamo …a prendere polvere, senza il pieno ed effettivo impiego delle sue potenzialità. “Tecnicamente – ci spiega la dott.ssa Cammaroto – la legge n. 3 del 2012 introduce una procedura rivolta a tutti quei soggetti che sono sovraindebitati ma non sono “fallibili” per i loro requisiti soggettivi o oggettivi. La norma si innesta nella più ampia ottica delle riforme e nuove previsioni normative richieste dalle condizioni di crisi di mercato e dunque procedure di gestione delle situazioni di crisi, già intrapresa sin dalla riforma della legge fallimentare del 2005. Ulteriore obiettivo è quello di ridurre il contenzioso civile per il recupero del credito il cui peso finanziario sociale è notevole coinvolgendo le tre “parti”: creditore, debitore, giustizia. Si apre anche uno spiraglio di sostenibilità dei metodi di eliminazione del debito che tendono ad “umanizzare” maggiormente una fase purtroppo già di per sé traumatica per il consumatore/contribuente; il debitore – come già purtroppo in tante occasioni abbiamo appreso dalla cronache – vede trasformare la propria situazione debitoria in un tunnel senza uscita… E’ dal potenziale realizzarsi di questa sensazione che bisogna difendersi”. Contiamo sulla possibilità che Aiace offre ai propri soci ed a coloro che la conosceranno, di apprendere anche queste “tecniche di sopravvivenza”.

Appuntamento dunque ai prossimi convegni, in cui l’attiva partecipazione sia dei cittadini che degli addetti ai lavori costituirà il giusto inizio per la presa di coscienza di diritti e strumenti di difesa in un mondo sempre più economicamente complesso ma sempre più umanamente povero.

Contattaci

Non siamo attualmente online, lasciaci un messaggio e ti contatteremo il prima possibile.

Sending

 

Log in with your credentials

Forgot your details?

Visit Us On Facebook